Flora mediterranea

Queste piante sono presenti in tutto il bacino del Mediterraneo, per nostra comodità vi annoveriamo tutte le specie comunemente coltivate e spontanee ora presenti, perciò nelle schede descrittive specifichiamo la reale origine di crescita spontanea.
piante : 215
pagina: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22

S080 - Sedum caeruleum - Borracina azzurra

Dai vecchi tetti ditegole alle rocce granitiche , dove appena si raccoglie un po, di terriccio, appare in primavera, fiorisce abbondantemente , emuore ai primi freddi. bellissima quanto effimera è di ben difficile coltivazione.

S140 - Sedum dasyphillum - erba pignola

S081 - Sedum sediforme -

Crassulacea coltivata per lasua capacità ricoprente , la rusticità ed adattabilità agli ambienti siccitosi.

S090 - Silene corsica - Silene di Corsica

Piccola tappezzante delle dune con foglie glauche tormentose caratteristiche per la sabbia che vi rimane adesa e fiori biancastri .Endemismo sardo corso.

S100 - Smilax aspera - Salsapariglia, stracciabraghe, smilace, ellera spinosa.

Con le rose ed i rovi, rappresenta la fase armata della macchia più fitta ed impenetrabile, rifugio di volpi, conigli, cinghiali, martore, topi, ...un tempo, latitanti.

S110 - Spartium junceum - Ginestra odorosa

Questa Ginestra ha avuto una grande diffusione grazie alle grandi capacità consolidanti del suo apparato radicale, il veloce sviluppo, la sua vistosa fioritura, la sua domesticità.

S120 - Sporobolum pungens - Gramigna delle spiagge

Altra importante graminacea pioniera del bagnasciuga.

S130 - Suaeda fruticosa - Roscani

Altra salicornia molto importante per la colonizzazione degli stagni salmastri o salati. Preferisce le temperature elevate della Sardegna meridionale, ma si trova anche al nord.

T013 - Tamarix pentandra Rosea - Tamerice rosa

In presenza di una falda molto superficiale appena un po' meno salata dell'acqua di mare, i Tamerici sono senza ombra di dubbio i cespugli-alberi più presenti nelle nostre zone umide.

T011 - Tamarix africana - Tamericio maggiore, tamerice africana

In presenza di una falda molto superficiale appena un po' meno salata dell'acqua di mare, i Tamerici sono senza ombra di dubbio i cespugli-alberi più presenti nelle nostre zone umide. Frugali e assolutamente indistruttibili ( Il famoso albero del Tenerè, deserto sabbioso africano, è un tamerice) sono i primi vegetali a sollevarsi oltre il metro di altezza in presenza di acque salmastre o no affioranti
pagina: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22